Veicoli Raccolta Rifiuti You are here: Home - Veicoli Raccolta Rifiuti

Veicoli Raccolta Rifiuti

K6 Semirimorchio

K6-SEMIRIMORCHIO

L’attrezzatura è destinata alla raccolta, compattazione, trasporto ed allo scarico di R.S.U.

Lo scopo principale di tale attrezzatura è quello di ricevere i rifiuti di una o più zone di raccolta da mezzi medio-piccoli evitando così lunghi spostamenti per piccole quantità.

La possibilità di installare il dispositivo voltacassetti, voltabidoni e voltabenne da 5/10 metri cubi rende tale attrezzatura universale e polifunzionale. Il sistema di compattazione è del tipo monopala a comando idraulico avviene per mezzo di un carrello di scorrimento ed una pala incernierata su di esso, (sistema monopala articolata), inoltre la paratia di espulsione esercita una funzione di contro-pressione per una maggiore compattazione dei rifiuti stessi.

Lo scarico avviene per mezzo di una paratia di espulsione, posta all’interno del cassone, è stata progettata e realizzata seguendo tecniche e anche scegliendo materiali tali da garantirne l’affidabilità, lunga durata in servizio ed ottimizzazione dei tempi di raccolta.

L’attrezzatura può avere cubature da 40 a 50 metri cubi.

L’attrezzatura di compattazione dei rifiuti solidi urbani modello GRANDE tipo SCK6 è del tipo monopala articolata (costituita da pala di compattazione e da un carrello di scorrimento) ad azionamento idraulico del tipo scarrabile.

Essa può funzionare sia sull’autotelaio (mediante l’attacco dell’impianto con innesti rapidi) e sia autonomamente avvalendosi di un motore diesel, in questo caso l’attrezzatura può lavorare anche sul piano stradale senza alcuna necessità di avvalersi dell’autotelaio (operazioni di travaso rifiuti da unità satelliti).

L’attrezzatura è dotata di rulli posteriori che ne permettono lo scorrimento durante la fase di scarico e carico dell’autotelaio e di piedini anteriori e posteriori che ne permettono lo stazionamento a terra. Nella parte anteriore del telaio si trova la struttura su cui e montato il gancio per lo scarramento dell’attrezzatura dell’autotelaio costituita da travi IPE 180.

L’attrezzatura può avere cubature da 18 a 24 metri cubi.

K6 SC

K6-SC

K6 e K5 Selective

K6-e-K5-SELECTIVE

L’attrezzatura di compattazione dei rifiuti solidi urbani modello SELECTIVE K6 e K5 è del tipo monopala articolata costituita da pala di compattazione e da un carrello di scorrimento ad azionamento idraulico con doppia camera di compattazione, doppia bocca di carico e cassone chiuso per il contenimento dei rifiuti diviso in due camere.

Tale sistema consente di avere due compattatori a bordo di un unico autotelaio, consentendo la raccolta differenziata dei rifiuti.

L’attrezzatura di compattazione dei rifiuti solidi urbani modello K6 è del tipo monopala articolata (costituita da pala di compattazione e da un carrello di scorrimento) ad azionamento idraulico, il cassone è costruito interamente in lamiera di acciaio di qualità con pareti costituite da fogli in lamiera liscia e bombata, ricavate in unico pezzo per ogni lato compreso il pianale ed il tetto.

Il compattatore, grazie alla sua versatilità e all’ampia bocca di carico, si presta anche per la raccolta differenziata dei rifiuti con contenitori a campana, dotando in questo caso l’autotelaio di una speciale gru munita di idonei ganci per prelievo dei contenitori.

La bocca di carico è incernierata nella parte posteriore – superiore del cassone, in modo da consentirne la completa apertura in fase di espulsione dei rifiuti per mezzo di due cilindri idraulici a doppio effetto, dotati di valvole paracadute per evitare cadute accidentali in caso d’avaria dell’impianto idraulico.

K6

K6

K5

K5

Il compattatore K5 è costruito interamente in lamiera di acciaio di qualità con pareti costituite da fogli in lamiera liscia e bombata, ricavate in unico pezzo per ogni lato compreso il pianale ed il tetto, il tutto realizzato con un processo di saldatura a filo continuo in ambiente controllato in modo da garantirne la perfetta tenuta stagna.

La bocca di carico è incernierata nella parte posteriore – superiore del cassone, in modo da consentirne la completa apertura in fase di espulsione dei rifiuti, nella parte inferiore è posta la tramoggia di carico a tenuta stagna costruita in lamiera d’acciaio speciale antiusura ad alta resistenza all’abrasione. La compattazione dei rifiuti è del tipo monopala articolata movimentata da cilindri oleodinamici ed avviene per mezzo di un carrello di scorrimento ed una pala di compattazione incernierata su di esso.

Il movimento sincronizzato del sistema esercita una doppia pressione sui rifiuti garantendone un elevato rapporto di compattazione. Lo scarico dei rifiuti compattati viene effettuato da una paratia di espulsione, previa apertura della bocca di carico, azionata da un cilindro oleodinamico a doppio effetto a più sfilamenti che svolge anche la funzione di contropressione durante la fase di carico.

Il compattatore K3 è dotato di cassone monoscocca (contenente anche la bocca di carico) in linea moderna e funzionale, costruito interamente in lamiera di acciaio speciale antiusura con elevata resistenza all’abrasione e allo snervamento, realizzato con saldature eseguite a filo continuo al fine di garantirne la perfetta tenuta stagna. Posteriormente all’attrezzatura vi è il portellone di chiusura cassone nel quale è alloggiato il gruppo di compattazione.

La compattazione dei rifiuti è del tipo pala articolata, costituita da un carrello portante incernierato ad una pala di caricamento. Lo scarico dei rifiuti compattati viene effettuato da una paratia di espulsione posta all’interno del cassone, essa viene azionata da un cilindro oleodinamico a doppio effetto a più sfilamenti che svolge anche la funzione di contropressione durante la fase di carico dei rifiuti.

K3

K3

K2A

K2A

Il compattatore K2A è dotato di cassone monoscocca (contenente anche la bocca di carico) costruito con una forma particolare, leggermente sollevata nella parte posteriore in modo da agevolare l’accoppiamento diretto con compattatori di media e grande portata, esso è costruito interamente in lamiere di acciaio speciale ad elevata resistenza con saldature a filo continuo per garantirne la perfetta tenuta stagna.

La compattazione dei rifiuti avviene per mezzo di una monopala articolata e precisamente da un carrello portante incernierato con una pala di caricamento, il tutto agganciato alla parte superiore del cassone stesso. Lo scarico dei rifiuti compattati viene effettuato da una paratia di espulsione, posta all’interno del cassone previa apertura della spondina posteriore, azionata da un cilindro oleodinamico a doppio effetto a più sfilamenti, essa svolge anche la funzione di contropressione durante la fase di carico dei rifiuti.

Il costipatore K1R è un’attrezzatura dotata di sistema di compattazione a pala articolata montato sulla parte superiore del cassone. Tale attrezzatura ha la possibilità di operare anche come unità satellite di raccolta e trasferimento con altri compattatori di medie e grandi dimensioni. La vasca, opportunamente sagomata, viene realizzata con saldature a filo continuo al fine di garantire la perfetta tenuta stagna con lamiere di acciaio saldate ad una struttura in tubolare di vario spessore, dotata di una copertura superiore in lamiera per circa ¾ .

Il sistema di compattazione a pala articolata è costituito da un carrello superiore provvisto di pattini che scorrono entro una coppia di guide rettilinee e da una pala di compattazione incernierata al bordo inferiore del carrello superiore, il tutto movimentato da due coppie di cilindri oleodinamici, detto sistema permette di raggiungere un elevato grado di compattazione in funzione della tipologia di rifiuto raccolto.

Lo scarico dei rifiuti avviene ribaltando posteriormente la vasca a 90° e per ottenere una maggiore stabilità durante la fase di scarico si azionano automaticamente due piedi stabilizzatori con sequenza anticipata rispetto alla fase di scarico e viceversa per la posizione di riposo della vasca.

K1R

K1R

K1P

K1P

Il costipatore a vasca ribaltabile K1P è un’attrezzatura dotata di una pala unica incernierata sulla parte superiore del cassone che ne permette la costipazione dei rifiuti, La costipazione dei rifiuti avviene per mezzo di una pala unica incernierata al bordo superiore della vasca movimentata da due cilindri che comandano la rotazione della pala intorno al punto di incernieramento della stessa.

Lo scarico dei rifiuti avviene ribaltamento posteriormente la vasca a 90°, per ottenere una maggiore stabilità durante la fase di scarico, e quindi in abbinamento al sollevamento della vasca, si azionano automaticamente due piedi stabilizzatori con sequenza anticipata rispetto alla fase di scarico e viceversa per la posizione di riposo della vasca.

Il costipatore K1CV è un’attrezzatura composta da due vasche di cui la prima montata trasversalmente (retro cabina), con carico rifiuti sul lato destro e una seconda vasca a carico posteriore dotata di una pala unica incernierata sulla parte superiore del cassone che ne permette la costipazione dei rifiuti.

La vasca posteriore è dotata di una copertura superiore in lamiera per circa ¾ e, come quella laterale, viene realizzata con saldature a filo continuo al fine di garantire la perfetta tenuta stagna con lamiere di acciaio di qualità. Lo scarico dei rifiuti viene effettuato per la vasca posteriore ribaltando posteriormente la vasca a 90° consentendo lo scarico dei rifiuti in accoppiamento diretto con compattatori a carico posteriore di medie e grande dimensioni; per quella laterale, ribaltando la vasca a 90° lateralmente sul lato destro, anche in questo caso consentendo lo scarico l’accoppiamento diretto con compattatori a carico posteriore di medie e grande dimensioni.

K1CV

K1CV

K1

K1

La vasca ribaltabile K1 viene realizzata in conformità alla Direttiva Macchine con materiali esenti da difetti, secondo processi produttivi che prevedono controlli di qualità nelle varie fasi di produzione e rispondente a tutte le norme di legge italiane e comunitarie. La vasca è costituita da lamiera e profilati opportunamente saldati e rinforzati fra loro per ottenere una perfetta tenuta stagna.

Lo scarico dei rifiuti avviene ribaltando posteriormente la vasca a 90° consentendo lo scarico dei rifiuti in accoppiamento diretto con compattatori a carico posteriore di medie e grande dimensioni, due piedini stabilizzatori posti posteriormente all’attrezzatura vengono azionati automaticamente all’attivazione del comando di ribaltamento per dare maggiore stabilità alla vasca durante la fase di scarico. La vasca K1 può essere dotata di una o due portelle laterali destra e/o sinistra per facilitare il carico manuale dei rifiuti voluminosi e da un dispositivo automatico voltacontenitori.